Realizzazione dell’asilo nido comunale

Realizzazione dell’asilo nido comunale

  Realizzazione dell’asilo nido comunale Descrizione progetto L’obiettivo è quello di concepire il progetto come una scelta capace di proporsi non quale integrazione ma come occasione di confronto rispetto alla situazione data. Lo sforzo che in tal modo si compie è volto ad affermare che la vocazione dell’architettura è di tornare a confrontarsi con il suo territorio, con il contesto “ naturale “ e con quello urbano, poiché paesaggio e città forniscono al progetto i termini e i luoghi nei quali esprimersi. Si propone così per la progettazione dell’asilo nido comunale, la creazione di un’area organica, la cui caratteristica primaria è quella di essere partecipe come luogo accessibile e i cui elementi sono collegati sia visivamente che tematicamente. L’intento del progetto è quello di offrire un prodotto di qualità che risponda non solo alle esigenze famiglia-educatori-bambino, ma che garantisca qualità ambientale sotto tutti gli aspetti sfruttando in modo particolare la posizione dell’edificio esistente che gode di un ottimo panorama. L’asilo nido è organizzato in “sezione” che costituisce il raggruppamento convenzionale previsto dai programmi vigenti per ogni tipo di scuola. La “sezione” costituisce l’unità pedagogica, dove tutte le attività assumono una funzione eminentemente educativa e globale, concentrata nell’unità stessa. L’obiettivo principale della progettazione dell’ asilo nido è quello di realizzare spazi ricchi di stimoli, ambienti da costruire e da smontare, un continuo laboratorio dove si sperimentano relazioni, spazi con una precisa identità architettonica nella quale il bambino si riconosca.Realizzare ambienti flessibili  che possono rendersi necessari anche durante la giornata e ricchi di percezioni sensoriali quali la luce, i colori, le suggestioni tattili, il regime acustico. L’articolazione planimetrica degli spazi è tesa...
Riqualificazione dell’istituto scolastico “A.M. De Carlo”

Riqualificazione dell’istituto scolastico “A.M. De Carlo”

Riqualificazione dell’istituto scolastico “A.M. De Carlo”   Descrizione progetto L’edificio scolastico si trova al confine tra il territorio di Giugliano, Villaricca e Qualiano, in via Marchesella n. 188, in una zona a forte densità  edilizia e di popolazione e scolastica. L’intero complesso scolastico è costituito da due istituti: l’ ITIS “Galvani “ e il Liceo scientifico-Linguistico “A.M. De Carlo”. La  parte interessata dal finanziamento riguarda il Liceo Scientifico-Linguistico “A.M. De Carlo” , costruito nel 1999 ed è entrato in esercizio nel 2001, è una struttura molto ampia e funzionale, costituita da 4 blocchi.Gli ambienti maggiormente interessati dall’attività progettuale sono:  il blocco A sede del liceo, l’edificio Palestra e l’aula magna. All’esterno del blocco Palestra è stata progettata una nuova scala di emergenza e la scala già esistente, di accesso all’auditorium,  adeguata alla normativa.L’intervento progettuale di maggior rilievo riguarda l’Aula Magna posta al primo piano dell’edificio Palestra. La nuova aula magna da 196 posti a sedere e due postazioni per diversamente abili, sicuramente più adatta all’enorme platea scolastica dell’istituto, ha caratteristiche completamente diverse, in primo luogo, oltre all’ingresso esistente sono state realizzate due uscite di sicurezza, una sulla scala esistente ripristinata, l’altra sulla nuova scala di sicurezza; garantendo in questo modo una corretta accessibilità e fruibilità dell’ambiente Aula Magna. Lo spazio è stato configurato in maniera tale da rendere ottimale la visibilità da ogni punto, a tale scopo è stata progettata una gradonata con dislivello massimo di 1m. E’ stato realizzato anche  un palco della lunghezza di circa 14m, profondo 3,10m e alto 0,45m, oltre alle proiezioni infatti sarà possibile utilizzare l’aula magna come teatro e  sala conferenze.  Infine il quarto...
Realizzazione del Parco Archeologico di Liternum

Realizzazione del Parco Archeologico di Liternum

Realizzazione del Parco Archeologico di Liternum  Descrizione progetto Obiettivo dell’intervento previsto in progetto è il recupero dell’intera area archeologica, nell’ottica principale della valorizzazione del patrimonio naturalistico – ambientale esistente operando con tecniche di recupero, riassetto e stabilizzazione secondo principi che risultino il più possibile finalizzati alla costruzione di elementi in grado di auto sostenersi mediante processi naturali ed in armonia con la destinazione funzionale delle zone, le loro caratteristiche paesaggistiche e culturali.Si è indirizzata l’opera verso una visione più naturalistica del territorio e verso l’applicazione di nuove tecniche in modo da garantire un miglior inserimento nel paesaggio,attraverso interventi che hanno tenuto in  considerazione non solo i parametri tecnici ed economici ma anche quelli ambientali. La necessità di sviluppare una coerente ed efficacia politica di tutela del paesaggio e dell’ambiente ha posto come obiettivo principale il ricorso a tecniche di Ingegneria Naturalistica, di basso impatto ambientale e rispettose degli equilibri ecologico – ambientali,  infatti, ai fini della riqualificazione ambientale, scopo del progetto è stato quello di privilegiare la importante e cospicua risorsa del territorio rappresentata appunto dalla qualità dell’ambiente e dalle sue significative presenze culturali. Per  questo, alla base delle proposta progettuale, è stato posto il  recupero nonché  lo studio approfondito di tali elementi naturalistici, paesaggistici e culturali.L’ intervento è stato volto alla realizzazione del parco archeologico (primo e secondo lotto) e di un museo archeologico, (terzo lotto) nella consapevolezza che le testimonianze del nostro passato, allorchè insidiate dall’attività incontrollata dell’uomo, potessero essere conservate ai posteri solo valorizzandole e rendendole fruibili. Nella consapevolezza dell’importanza e priorità degli interventi di salvaguardia e valorizzazione del paesaggio, per un duraturo e sostenibile sviluppo...
Centro Polifunzionale per immigrati

Centro Polifunzionale per immigrati

Centro Polifunzionale per immigrati  Descrizione progetto Il progetto è incentrato sulla ristrutturazione del piano rialzato, dove è stato necessario il rifacimento dei servizi igienici,  al fine di garantire  l’utilizzo anche da parte di diversamente abili, il rifacimento degli impianti, quali, elettrico, termico e idrico-sanitario, che attualmente non rispettano la normativa vigente. Al fine di poter realizzare il centro è indispensabile effettuare una ridistribuzione degli ambienti interni. Il centro polivalente per extracomunitari regolari è composto dai seguenti ambienti: Una sala di accettazione:  avente una superficie di 10 mq, dotata di una postazione costituita da una scrivania volta ad accogliere gli utenti del centro. Una sala di attesa: avente una superficie di 15 mq,  all’ interno della quale sono presenti sedute. Una sala Bar-ristoro: avente una superficie di 15,8 mq con sedute all’interno. Due sale di formazione: Una di 26.3 q destinata alla formazione linguistica, in cui sono presenti nove banchi per apprendere le attività ed una scrivania; ed una di 26.1 mq destinata  alla formazione professionale avente nove banchi ed una scrivania. Una sala d’ informatica:   di superficie di 12.6 mq e dotata di sei postazioni per PC. Un locale amministrativo e mediazione culture: avente un superficie di 7,5 mq. Due locali di amministrazione e direzione: Uno avente una superficie di 10.3 mq ed uno di 9,5mq. Uno spogliatoio: avente una superficie di 9mq. Un deposito: avente una superficie 5mq e collocato nella parte sottostate la scala di accesso al livello superiore. Servizi igienici:costituiti da uno per ogni sesso ed uno per diversamente abili,per una superficie totale di 12,8mq. Dettagli Cliente: Comune di Mattinata (FG) Anno: 2012 Team: Di Girolamo Engineering s.r.l. Ruolo...
Uffici Giudiziari -Capri-

Uffici Giudiziari -Capri-

Adeguamento e messa a norma degli Uffici Giudiziari del Tribunale di Capri Descrizione progetto L’area di intervento si innesta nel contesto paesistico del Comune di Capri e si colloca all’interno di un ambito territoriale di cui si prevede un recupero ambientale, economico e sociale. In riferimento alla normativa vigente si rendono necessari gli interventi di messa in sicurezza ai fini della prevenzione antincendio, di eliminazione delle barriere architettoniche, di riorganizzazione degli spazi interni per un’idonea vivibilità degli ambienti di lavoro, di risanamento delle pareti interne interessate da umidità dovuta ad infiltrazioni d’acqua diffuse in quasi tutta la struttura e di rifacimento delle facciate esterne. L’area del l’intervento è soggetta a vincoli, quali;  Legge 29 giugno 1939 n. 1497 “Norme per la tutela delle bellezze naturali”; Piano Regolatore Generale di Capri ; Piano paesistico isola di Capri; Ambito territoriale: R.U.A. (Recupero Urbanistico-Edilizio e Restauro Paesistico-Ambientale); comprende le aree urbanizzate di elevato valore paesistico da sottoporre a recupero urbanistico-edilizio e a restauro paesistico-ambientale.In funzione dello stato attuale dei luoghi e degli interventi previsti da realizzare, si distinguono :Primo livello; Secondo livello; Terzo livello; Quarto Livello; Facciata principale su Via Roma; Facciata laterale su Via Lo Palazzo; Facciata posteriore; Facciata Laterale su Parcheggio. Dall’analisi dello stato di fatto dei luoghi sopra descritti sono scaturite le scelte progettuali per la risoluzione delle problematiche attuali, definendo un intervento basato essenzialmente sulle seguenti esigenze: dotare gli uffici delle superfici utili necessarie, organizzare gli spazi in ragione della destinazione d’uso, delle  funzioni, dei percorsi e delle utenze, adeguare l’edificio alle normative per il superamento delle barriere architettoniche e per la prevenzione antincendio e risanare pareti interne e...