Piscina Comunale – Casoria

Piscina Comunale – Casoria

ARU 2019 – Progetto di Ristrutturazione della Piscina Comunale di Casoria   Descrizione progetto Il progetto, prevede la messa a norma degli impianti e una manutenzione ordinaria riguardante le opere edili della piscina comunale di Casoria per ospitare le competizioni di waterpolo che si svolgeranno durante le Universiadi 2019.   In base alle problematiche esistenti, le opere di adeguamento previste in progetto sono: RIFACIMENTO DELLA CENTRALE TERMICA BONIFICA LOCALI A QUOTA -0,55 / -1,60 M IMPIANTO DI TERMOVENTILAZIONE AMBIENTE PISCINA IMPIANTO DI TERMOVENTILAZIONE SPOGLIATOI BOYLER ACQUA CALDA & SCAMBIATOI PISCINA CONDOTTE DI AREAZIONE IMPIANTO ANTINCENDIO IMPIANTI ELETTRICI: Il progetto prevede opere di manutenzione ordinaria e straordinaria della quasi totalità degli impianti elettrici IMPIANTO WI-FI OPERE EDILI: Gli interventi edili da realizzarsi sono molteplici, in larga parte dovuti dal malfunzionamento degli impianti vetusti esistenti. Una volta messi a norma e sostituiti gli stessi andranno ripristinate le condizioni degli ambienti interni ed esterni. A tal proposito, saranno realizzati i seguenti interventi edili: Sarà realizzata l’impermeabilizzazione dell’ultimo solaio di Saranno sostituiti tutti gli infissi esterni apribili prospicienti le scale di emergenza Gli infissi saranno dotati di maniglione antipanico con marcatura CE su entrambe le ante di apertura. (zona uffici) saranno ripristinati tutti i servizi esistenti. In particolare saranno sostituiti tutti gli igienici, i lavabi, la rubinetteria ecc. I bagni disabili saranno dotati di arredo completo. (zona uffici) saranno fornite due nuove porte dotate di maniglioni antipanico con marcatura CE, con lo scopo di separare l’ambiente piscina da quello degli uffici. In tutti i livelli sono previste delle opere di manutenzione ordinaria agli interni quali: rimozione di intonaco ammalorato, nuovo intonaco, stuccatura, rasatura...
Centro Sportivo Parco Virgiliano

Centro Sportivo Parco Virgiliano

ARU 2019 – Interventi di Riqualificazione del Centro Sportivo Parco Virgiliano – Napoli   Descrizione progetto   La Federazione Internazionale Sport Universitari (FISU), insieme con la Regione  Campania ha sottoscritto a  Losanna in data 17 giugno 2016  il  contratto  di  assegnazione  della XXX edizione dell’Universiade Estiva nel 2019. Pertanto, è in corso l’organizzazione per lo svolgimento di questa manifestazione multidisciplinare, che vedrà la partecipazione di atleti provenienti da tutte le Università del mondo. A tal fine sono stati selezionati alcuni impianti di proprietà del comune di Napoli che ospiteranno varie discipline sportive sia per le competizioni ufficiali che per le attività di allenamento e che, sulla scorta di specifiche prescrizioni tecniche definite dalla FISU, saranno sottoposti ad interventi straordinari di adeguamento per garantire il corretto svolgimento della manifestazione, in ottemperanza a quanto previsto dalle normative vigenti in materia. Nello specifico l’oggetto di tale intervento riguarda l’adeguamento del Centro Sportivo “VIRGILIANO”. Quest’ultimo infatti, è stato scelto come sede per lo svolgimento delle attività di allenamento legate alla disciplina di atletica leggera nonché attività sportive  di esercizio  ad  agonismo  nazionale. Il progetto di riqualificazione consta nella realizzazione di interventi volti all’adeguamento del Centro Sportivo “Virgiliano” in funzione delle previste attività di allenamento legate alla disciplina di atletica leggera nonché attività sportive di esercizio ad  agonismo  nazionale,  in  modo  che  possano  svolgersi  attività  ufficiali agonistiche delle FSN e  DSA. Quindi, valutate le norme CONI e quelle relative alla Prevenzione Incendi per l’adeguamento degli impianti sportivi esistenti si è proceduto ad organizzare ed adeguare la struttura esistente, con particolare riferimento al corpo destinato agli spogliatoi, alla riqualificazione e messa in sicurezza delle tribune,...
Immobile Via Pio IX – Gaeta

Immobile Via Pio IX – Gaeta

Recupero e razionalizzazione dell’immobile di proprietà comunale sito in Via Pio IX destinato ad alloggi ERP nel Comune di Gaeta Descrizione Progetto ANALISI STORICA L’edificio fu realizzato tra il 1850 e il 1853 in occasione degli sventramenti del tessuto medievale della città voluti da Ferdinando II per tracciare le rampe Guastaferri per scopi militari. Il grosso fabbricato sostituì, pertanto, “diruti e meschini casamenti” e fu donato alla città. Denominato originariamente “Padiglione di Città”, fu destinato, nella seconda metà dell’800, a carcere mandamentale con la capacità di ospitare circa 60 detenuti. L’opera è da considerarsi inserita nel piano di trasformazione urbanistica voluto da Ferdinando II nella metà dell’Ottocento allo scopo di realizzare una rampa adatta al trasporto dei cannoni nella parte alta della città, fiancheggiata da tipi di edilizia di origine medievale. Dismesso da tale funzione è stato prima abitato dal personale di servizio dell’Amministrazione Comunale e successivamente (negli anni ’70-’80) sottoposto ad un radicale restauro strutturale. Attualmente è destinato ad alloggi ERP e risulta occupato nella totalità delle unità. DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI Il presente progetto riguarda la riqualificazione  del patrimonio abitativo affinché risponda ai nuovi bisogni delle persone e ai requisiti di qualità della casa. Sono state valutate ed analizzate varie tipologie di intervento, al fine di rendere, con gli importi economici disponibili, un’opera congrua e completa in molteplici aspetti soprattutto legati all’abitabilità e condizioni igienico sanitarie oltre che impiantistiche. Interventi progettuali Si parte con una serie di opere di demolizione e rimozione consistenti in: – spicconatura dell’intonaco delle facciate esterne – rimozione di tutti gli infissi esterni; – rimozione degli strati di manto impermeabile, pavimento e sottofondo in...
Piazza V. Emanuele – Vallo della Lucania

Piazza V. Emanuele – Vallo della Lucania

Recupero e riqualificazione di Piazza V. Emanuele Descrizione progetto L’intervento di progetto realizzato per il Comune di Vallo della Lucania,  prevede la sistemazione della Piazza Vittorio Emanuele, luogo simbolico e significativo non soltanto per Vallo, ma anche tutto per il territorio circostante e per il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni. La Piazza è il luogo deputato all’incontro ed alla aggregazione  della cittadinanza, la qualità della stessa si riflette nella qualità dei rapporti che in essa si stabiliscono. La Piazza è la grande invenzione urbanistica e politica degli italiani: nel settecento  gli architetti italiani venivano chiamati in tutta Europa, da Salisburgo a San Pietroburgo per disegnarle. La  Piazza  deve  perciò  configurarsi  come  luogo       “calmo”,  spazio  di  sosta  e  di  rapporti  interpersonali   e “altro” rispetto al caos, ai rumori, alla concitazione del contesto urbano in cui si inserisce. L’idea progetto è stata pertanto, quella di accompagnare la valorizzazione   urbana organizzando  gli  itinerari  pedonali  e  carrabili,  garantendone la  continuità  e  la  percezione. Nondimeno, il rapporto tra distanze spaziali e relazionali quale strumento di regolazione del movimento delle attività antropiche rispetto al contesto. Altri aspetti di cui si è tenuto conto sono la qualità dei materiali e dei componenti di arredo proposto, ed ancora la funzionalità e la fruibilità  in  sicurezza  di  tutti  gli  spazi  esaminati. Il progetto prevede la valorizzazione di tre importanti invasi spaziali, si tratta di tre aree  componenti tutte un’unica grande piazza.  Tali aree però, hanno caratteristiche differenti e conservano valori diversi. Sono di forma ed  ampiezza  diverse  ma  tutte  urbanisticamente  importanti  anche  per  la  loro  ubicazione  lungo l’arteria principale del comune di...
Realizzazione SPA – Fiuggi

Realizzazione SPA – Fiuggi

Realizzazione di una SPA -Fiuggi- Descrizione progetto Il progetto prevede la creazione di  tre macroaree integrate  ed  indipendenti,  articolate     per  funzioni,  necessarie  alla gestione  ed  alla  ottimizzazione  dei  servizi  e  sono:  l’area  spa,  l’area estetica e l’area spa suite vip  relax.  Una  spa  che  si  caratterizzi  per  un  importante percorso acquatico significa fin dall’inizio dover mettere in conto un alto  costo  per  il  riscaldamento  dell’acqua  che,  per  sperare  nel successo  della  struttura,  nel  periodo  invernale  non  può  essere  a temperatura inferiore ai 32°. La soluzione originale viene allora proprio dalla storia e si chiama hammam, una miscela di tradizioni e moderne tecnologie del calore. Vanno  certamente aggiunte  altre  funzioni  tipiche  di  un  centro  benessere:  l’area  fanghi  termali,    l’area    massaggi,    l’area    cosmetica,    l’area    saune    e, eventualmente, una piccola area fitness per corsi personalizzati.  Questa struttura, così unica nel panorama dell’offerta del benessere termale italiano, può essere di servizio all’adiacente club house del campo di golf  senza  porsi  in  concorrenza  con  le  strutture  spa  degli  alberghi . 9 suites spa vip, vere stanze relax di livello superiore, tutte corredate da servizi esclusivi, quali sauna ad infrarossi e vasca idromassaggio, che potranno costituire un complemento di offerta legata al benessere per gli utenti del golf   e   per quanti   interessati a trascorrere un breve soggiorno   da dedicare a se stessi.  L’ottimizzazione dei percorsi benessere passa attraverso l’adozione di un concept per cui l’armonia tra il corpo e la mente è la vera chiave del benessere.  Sono stati   progettati   pertanto   luoghi   ricchi   di   fascino   e   di atmosfera, dedicati a custodire questo equilibrio, da sempre obiettivo di antiche  civiltà  raffinate .Si è  posto al centro...