Adeguamento Sismico Edificio Scolastico

Adeguamento Sismico Edificio Scolastico

  Adeguamento Sismico del 3° Circolo in Via San Cristofaro   Descrizione Progetto Il plesso scolastico che ospita l’istituto comprensivo 3° Circolo in Portici, è stato realizzato con una struttura in cemento armato che rispetta regole costruttive precedenti alla L.R. 9/83, per cui, lontane dalle attuali regole antisismiche. L’istituto si compone di un unico corpo di fabbrica che si sviluppa principalmente su due livelli, alcuni dei quali ad un livello (corridoi, spogliatoi palestra, sala mensa), avente una geometria fortemente irregolare, sia in pianta che in altezza. Al piano terra, si sviluppa un unico corridoio centrale che collega i vari blocchi rappresentativi dell’edifico, fino al propagarsi della palestra, dando all’edificio una geometria in pianta a “C aperta”. I due livelli sono connessi tra di loro mediante tre scale interne e due scale di sicurezza esterne in acciaio poste nella parte retrostante all’edifico. Gli accessi al fabbricato avvengono per mezzo di scalinate in muratura, con un numero variabile di gradini in funzione del dislivello del terreno, e da due rampe esterne che non rispettano la pendenza dell’8%. Sulla base della documentazione acquisita, riguardante la vulnerabilità sismica e le indagini eseguite sull’istituto scolastico, si rileva un fabbricato sismicamente vulnerabile. Dalla vulnerabilità sismica acquisita e dai sopralluoghi effettuati in sito, strutturalmente l’edificio oggetto di adeguamento è costituito da telai piani in cemento armato unidirezionali, privi di collegamenti trasversali tra di loro, poggianti su fondazioni a plinti isolati. Gli orizzontamenti sono costituiti da solai in travetti prefabbricati ad eccezione della copertura del corpo palestra che è costituita da travi tipo predalles in cemento armato precompresso. Le scelte degli interventi da mettere in atto sul plesso...
Lungomare Cicerone e Augusto

Lungomare Cicerone e Augusto

  Riqualificazione Lungomare Cicerone e Ottaviano Augusto       Descrizione Progetto Gli interventi che riguardano la riqualificazione del Lungomare passano prima di tutto per una regolarizzazione del tracciato stradale. La scelta di regolarizzare il tracciato esistente e prevedere una sezione costante è stata dettata da esigenze sia logistiche che economico-finanziarie, ma si è operato soprattutto in termini di sicurezza stradale e pedonale; non era infatti possibile pensare alla riqualificazione del Lungomare senza pensare ai possibili fruitori. Il tracciato esistente del Lungomare, infatti, caratterizzato da un andamento planimetrico piuttosto pianeggiante presenta una sezione trasversale di larghezza variabile compresa tra 7 e 10 m, e dove i compluvi a cielo aperto defluiscono direttamente sullo stesso Lungomare, sia i marciapiedi che l’asfalto risultano divelti, e manca completamente la ringhiera di protezione. Il Lungomare sarà pertanto interessato da diverse opere di riqualificazione, non solo dal punto di vista stradale, con il rifacimento di parti di tappetino dove risulta necessario, sia perché allo stato attuale è in pessime condizioni, sia perché rettificando la sezione stradale vanno riprese correttamente le pendenze per il corretto deflusso delle acque meteoriche. Per buona parte del Lungomare Cicerone è assente altresì il marciapiedi lato monte, e questo costituisce elevata pericolosità, soprattutto per i pedoni. L’intervento tra l’altro si pone come obiettivo prioritario quello della sicurezza, che potrà essere assicurata mediante la realizzazione di un marciapiede lato monte della carreggiata stradale, tale da consentire la fruizione da parte delle attività terziarie e delle residenze che si affacciano direttamente sull’asse viario, attrezzato dove possibile con aree a verde ed aree a parcheggio. Il confine tra la passeggiata lungomare e la sottostante battigia, é...
Immobili Via Casacelle – Giugliano in Campania

Immobili Via Casacelle – Giugliano in Campania

Interventi di manutenzione straordinaria degli Immobili di proprieta’ comunale in localita’ Casacelle nel Comune di Giugliano in Campania (NA) Descrizione progetto Il progetto è volto al recupero e alla razionalizzazione degli alloggi sociali siti in zona Casacelle nella città di Giugliano in Campania, al fine di perseguire determinati obiettivi quali: efficientamento energetico da perseguire mediante il miglioramento dei consumi di energia e l’innalzamento della classe della prestazione energetica e la riduzione dei consumi registrati nell’ultimo biennio di utilizzazione dell’immobile; rimozione di manufatti e componenti edilizie con presenza di materiali nocivi e pericolosi quali amianto, piombo ecc.; superamento delle barriere architettoniche; manutenzione straordinaria sulle parti comuni dell’organismo abitativo e su quelle di pertinenza; Gli interventi da svolgersi, eseguiti in step puntualmente programmati progrediranno per piccole porzioni di edificio cosicchè da non inficiare in maniera significativa la vita dei residenti che comunque necessiteranno di un alloggio alternativo temporaneo durante la realizzazione degli interventi interni la propria abitazione, che saranno posizionati nell’area esterna individuata e precedentemente preparata. Nel dettaglio le operazioni di ristrutturazioni riguarderanno: realizzazione di facciata ventilata in alluminio estruso con struttura a scomparsa realizzazione del sistema d’isolamento termico esterno a cappotto  con pannelli in polistirene espanso con grafite sinterizzato con superficie incollata e intonaco sottile armato tinteggiatura dei vani scala prospicienti la strada interna; rifacimento ed adeguamento normativo dei vani di accesso ai corpi ascensore per consentire l’ingresso a diversamente abili e fornitura di nuove cabine ascensore con realizzazione dei relativi impianti; rifacimento ed adeguamento normativo dei locali bagni con la fornitura di nuovi apparecchi igienici e sanitari, la fornitura e la posa dei nuovi pavimenti e rivestimenti; fornitura e...
Piazza Massimo Troisi

Piazza Massimo Troisi

  Piazza Massimo Troisi   Descrizione Progetto L’intervento di progetto prevede la sistemazione della Piazza Massimo Troisi, luogo simbolico e significativo per la città di San Giorgio a Cremano. La progettazione prevede la viabilità rotatoria che consente la confluenza del traffico in tutte le direzioni e consente anche l’immissione nella piazza degli autoveicoli provenienti da Via De Lauzieres infatti, si prevede per l’ultimo tratto di detta strada una viabilità a doppio senso di marcia. Per il nucleo centrale pedonale, si sono confermate  le principali caratteristiche rappresentate:  dalla tribuna/anfiteatro, dallo spazio libero centrale con pavimentazione a scacchiera in pietra, ampia gradinata di collegamento con la zona a ridosso del “Palazzo Maratea”, mentre si sono ampliate le due aree a verde poste agli  angoli laterali, lato C.so Roma e lato Via De Lauzieres, che prevede come coronamento verso la zona centrale, un muretto-seduta con rivestimento in pietra. Per regimentare il traffico veicolare sono state inserite due isole spartitraffico con alberature; la prima a forma triangolare lato Via De Lauzieres, l’altra, nella zona alta a forma trapezoidale. Tutti gli attraversamenti pedonali saranno garantiti da rampe per il superamento delle barriere architettoniche. Pubblica illuminazione: saranno sostituiti i corpi illuminanti presenti a ioduri metallici con corpi illuminanti a LED a ridotto consumo energetico. Sarà inoltre realizzata nuova segnaletica orizzontale e verticale e saranno inserite nuove essenze arboree nonchè nuovi arredi. Dettagli   Cliente: Comune di San Giorgio a Cremano (NA) Anno: 2019 Team: Di Girolamo Engineering s.r.l. Ruolo svolto: Progettazione Definitiva, Esecutiva e CSP Importo Progetto : € 490.000,00...
Museo Civico di Bolzano

Museo Civico di Bolzano

  Museo Civico di Bolzano: Adeguamento Antincendio      Descrizione Progetto L’edificio è localizzato nel centro di Bolzano, all’incrocio tra Museumstrasse e Sparkassenstrasse. Posto nelle immediate vicinanze del fiume Talvera: è costituito da 4 piani fuori terra oltre 1 piano seminterrato ed un piano interrato, per una superficie di circa 3950 mq; al momento solo il piano rialzato ed il primo piano risultano aperti al pubblico, in quanto le vie di esodo non sono adeguate. In riferimento ai sopralluoghi effettuati e al fine di garantire una valida alternativa alla scala di accesso interna all’edificio per quanto riguarda la ridondanza ritenuta necessaria per l’esodo delle persone presenti nell’edificio, ed in accordo col il progetto di fattibilità tecnico ed economica presente agli atti, è stato concordato con l’Amministrazione di  rimuovere la scala di sicurezza esterna (la quale al momento collega solo il primo piano con il piazzale) e realizzarne una ex-novo con accesso alla stessa da tutti i piani dell’edificio, in modo da realizzare due vie di esodo pressochè contrapposte a tutti i piani. Inoltre la scala interna esistente, la quale serve tutti i piani dell’edificio, diverrà una “scala protetta” con strutture portanti/ separanti con una caratteristica minima di reazione al fuoco pari a REI60 e porte di accesso EI120 ai vari piani, munite di dispositivi di apertura conformi alla norma UNI EN 1125: appositi spazi all’interno del vano scala potranno essere utilizzati come spazio calmo dalle persone con ridotte capacità motorie, in attesa dell’intervento da parte delle squadre di soccorso esterne. Grazie alla presenza delle due vie di esodo verticali descritte precedentemente, le persone avranno a disposizione percorsi di esodo...