LAVORI DI RICOSTRUZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA CELESTINO V  NEL QUARTIERE DI VALLE PRETARA

LAVORI DI RICOSTRUZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA CELESTINO V NEL QUARTIERE DI VALLE PRETARA

  Lavori di ricostruzione della scuola primaria “Celestino V” nel quartiere di Valle Pretara   Descrizione Progetto Si pone come obiettivo primario quello di realizzare un edificio scolastico che rappresenti il ruolo di servizio pubblico locale di riferimento in un quartiere che, ancora fortemente provato dalle conseguenze del terremoto, fatica a ritrovare una dimensione di ordinarietà, anche per mancanza di spazi e strutture dedicata alla socialità. Oltre a riqualificare l’intera area, si vuole realizzare un intervento complessivo che restituisca alla popolazione un’edilizia scolastica adeguata e moderna, capace di garantire un servizio efficiente ed all’altezza delle legittime aspettative. L’uso delle fonti di energia rinnovabili, oltre a rispondere all’obbligo normativo, ha in sé un importante valore didattico. La progettazione dell’edificio punta a – Raggiungimento del massimo livello di qualificazione energetica dell’edificio (NZEB); – Ottimale distribuzione dell’edificio e degli spazi in modo da sfruttare l’esposizione; – Utilizzo di schermature mobili interne per l’irraggiamento solare;- Produzione di energia da fonti rinnovabili; – Impiego di materiali naturali a ridotto impatto ambientale, – Ottimizzazione dei consumi di energia elettrica e dei consumi idrici ipotizzando un modello realistico di gestione energetica dell’edificio; – Riciclo delle acque meteoriche per gli usi dell’acqua non potabile; – Ottimizzazione dell’acustica all’interno dell’edificio; – Utilizzo di tecniche bioclimatiche e di sistemi di climatizzazione “passivi” in sostituzione dei tradizionali sistemi energivori; La soluzione progettuale persegue i principi di durabilità, di facilità e di economicità della manutenzione. Sono favorite le soluzioni costruttive che garantiscano un elevato livello di durabilità dell’opera e ridotti costi di manutenzione (ottimizzazione delle operazioni di manutenzione).   Dettagli     Cliente: Comune dell’ Aquila (AQ) Anno: 2020 Team: Di Girolamo Engineering s.r.l....
REALIZZAZIONE DI UNA PIAZZA AL SERVIZIO DELLA COMUNITA’ DI MARINO

REALIZZAZIONE DI UNA PIAZZA AL SERVIZIO DELLA COMUNITA’ DI MARINO

  Realizzazione di una Piazza al servizio della comunità di Marino   Descrizione Progetto L’iter progettuale vede l’area di copertura trasformata in terrazzo giardino urbano dove aree verde permeabili si alternano ad aree calpestabili che segnano orientamenti e funzioni. La realizzazione di Grandi pergole dove la vite si arrampica sino ad ombreggiare le sedute sottostanti realizzate come un unicum vasiera pergola e sedili. I montanti verticali, di arrampicamento della vegetazione, sono in legno ed in acciaio cor-ten con sezioni esili che tramite cerchiature segnano uno scatolare solidale da issare nella vasiera. Le lavorazioni di trasformazione e riqualificazione dello spazio urbano saranno conseguenziali ad un intervento massivo di rimozione della situazione esistente. Dettagli   Cliente: Comune di Marino (RM) Anno: 2020 Team: Di Girolamo Engineering s.r.l. Ruolo svolto: Progettazione Esecutiva, Direzione Lavori e CSP e CSE Importo Progetto : € 327.965,90...
NUOVA PALESTRA A. MAIURI

NUOVA PALESTRA A. MAIURI

  NUOVA PALESTRA A. MAIURI     Descrizione Progetto La necessità dell’amministrazione è quella di restituire uno spazio all’utenza scolastica, che al momento non può usufruire degli spazi esistenti. La palestra in questione si identifica di “Tipo A1 “Unità da 200 m quadri più i relativi servizi per scuole elementari da 10 a 25 classi; la palestra, obbligatoria negli edifici da 10 a 25 classi, può essere di forma non collegata a dimensioni di campi per giochi agonistici, in quanto l’attività ginnica che vi si svolge è di carattere ludico;La palestra si identifica come caratteristiche tipologiche, di Tipo P2 di dimensioni totali pari a 25,5×17,5 ml. La superficie della palestra è di 540mq (calcolando ambienti interni ed esterni) e l’altezza minima interna della palestra è di 7m. A differenza del vecchio edificio, la nuova palestra è stata orientata verso Nord, dove sono state posizionate delle grandi finestrature a nastro, per due dei quattro lati dell’area destinata all’attività. Questo al fine di mettere in relazione i piccoli utenti con il contesto, e permettere ai genitori/parenti di poter osservare con amore i piccoli durante lo svolgimento delle attività sportive. Pe giungere alla quota della palestra, è stata creata una sistemazione esterna adatta a permettere la sosta, con sedute integrate nei muretti perimetrali. È stata realizzata un’adeguata rampa di accesso, dimensionata per permette l’accesso ai disabili. A tal proposito, si relaziona che tutti gli spazi sono stati dimensionati anche per disabili, con adeguati servizi e accessi opportuni. Dettagli   Cliente: Comune di Frosinone (FR) Anno: 2020 Team: Di Girolamo Engineering s.r.l. Ruolo svolto: Progettazione Definitiva, CSP Importo Progetto : € 1.137.762,48...
Nuovo Palazzetto dello SPORT

Nuovo Palazzetto dello SPORT

  Palazzetto dello Sport di Acerra (NA)   Descrizione Progetto L’area di intervento, sita in Via Grazia Deledda, si trova in una condizione di abbandono e degrado. Si tratta di due campi da gioco e una struttura in cemento per gli spalti posizionata al centro tra i due “rettangoli di gioco”. L’obiettivo è quello di realizzare un “Campo polivalente per il Basket, la Pallavolo e il Calcio a 5”. All’esterno l’aspetto monolitico del nuovo Palazzetto viene interrotto dallo svuotamento del basamento in corrispondenza dell’ingresso, corrispondente con la Hall dell’ingresso, caratterizzata da infissi a taglio termico a tutta altezza. Le tamponature “trasparenti”, sono realizzate in pannelli modulari in policarbonato alveolare coestruso, protetto UV sul lato esterno. Le fondazioni sono realizzate su plinti e pali, con vespaio areato realizzato mediante elementi in polipropilene. Esternamente la struttura controterra sarà isolata termicamente con pannelli in XPS dello spessore di 8cm, con all’esterno una membrana impermeabilizzante bugnata. La copertura sarà termoisolante con supporto esterno grecato e supporto interno in acciaio zincato e pre-verniciato, distanziati tra loro da uno spessore di 10cm di isolamento, schiuma poliuretanica. All’interno si è cercato di dare una grande sensazione di spaziosità, luminosità e trasparenza, utilizzando travi reticolari in acciaio con orditura trasversale e, dove possibile, partizioni trasparenti in policarbonato alveolare. La pavimentazione del campo da gioco sarà una Pavimentazione sportiva indoor in gomma point-elastic accoppiata in opera e quella dei bagni sarà in grès con finitura antiscivolo. L’edificio, si sviluppa su tre livelli ed ospita: al piano terra un’area di accoglienza al pubblico costituita da hall, infopoint, bar-lounge e un’area riservata agli atleti, costituita da spogliatoi per uomini, donne...
Scuola Infanzia – Pratovecchio-Stia

Scuola Infanzia – Pratovecchio-Stia

  Realizzazione della Nuova Scuola d’infanzia a Completamento della Cittadella Scolastica   Descrizione Progetto L’intervento progettato, riguarda sia  la progettazione della nuova scuola materna a completamento della cittadella scolastica , per la quale  è stata  definita una struttura in legno, in conformità a quanto previsto dal disciplinare , sia la sistemazione dell’area esterna, il tutto concepito ed integrato all’interno di un progetto più ampio di riqualificazione dell’intera area  per la realizzazione di un parco fluviale lungo l’Arno in vista della futura  realizzazione  di un’area verde esterna alle scuole elementari e l’imminente realizzazione della pista ciclopedonale lungo l’Arno. In conformità a quanto previsto dal disciplinare di gara,oltre che  alle LINEE GUIDA MIUR 2013 (Norme tecniche-quadro, contenenti gli indici minimi e massimi di funzionalita’ urbanistica, edilizia, anche con riferimento alle tecnologie in materia di efficienza e risparmio energetico e produzione da fonti energetiche rinnovabili, e didattica indispensabili a garantire indirizzi progettuali di riferimento adeguati e omogenei sul territorio nazionale)al fine di garantire i massimi livelli di qualità e benessere, sono stati progettati  ambienti didattici innovativi, a partire dalle esigenze pedagogiche e didattiche, attraverso una progettazione eco-orientata e sostenibile in termini globali, ovvero sia dal punto di vista ambientale, energetico, sociale ed economico; tenendo presente la rapidità di costruzione delle tecnologie individuate, riciclabilità dei componenti e dei materiali di base, alte prestazioni energetiche, utilizzo di fonti rinnovabili, facilità di manutenzione;  relazione della soluzione progettuale con l’ambiente naturale, con il paesaggio e con il contesto di riferimento. In particolare, gli spazi verdi e l’ambiente naturale sono stati progettati in continuità o comunque facilmente accessibili agli spazi della didattica quotidiana formando in tal modo...