PARCO A MARE CONDOFURI MARINA – Comune di Condofuri (RC)

PARCO A MARE CONDOFURI MARINA – Comune di Condofuri (RC)

  PARCO A MARE CONDOFURI MARINA – Comune di Condofuri (RC)   Il progetto: obiettivi e strategie, minimizzazione dell’impatto ambientale Percorsi  e sentieri E’ prevista la pedonalizzazione di tutta la fascia litoranea interessata, attraverso la creazione di percorsi pedonali e ciclabili. L’accesso carrabile, sarà consentito esclusivamente ai residenti. Ciò consentirà una riduzione della la pressione del sistema insediativo sull’ambiente naturale, con conseguente miglioramento della salubrità dell’ambiente urbano.  Tale limitazione, incentiverà  l’utilizzo di mezzi meno inquinanti  come  la bicicletta , con una conseguente diminuzione l’inquinamento atmosferico. La volontà di realizzare un percorso a ridotta o nulla carrabilità è stata attuata mediante la realizzazione di una pista in terra battuta stabilizzata cromaticamente, altimetricamente e morfologicamente identica all’attuale strada in terra battuta in direzione est-ovest, tra il campo sportivo e la contrada Straci. L’additivo impiegato per la stabilizzazione e il cantiere dei lavori non danneggeranno in alcun modo le piante e gli animali dell’ecosistema. L’attuale sede stradale non è stata in alcun modo modificata. Il percorso sarà realizzato con agenti stabilizzanti in polvere di nuova generazione per la stabilizzazione dei terreni e la realizzazione di percorsi e strade a pavimentazione ecologica. Tale tecnologia, non richiede l’impiego di cemento o altro legante idraulico in abbinamento. Il sistema è completamente atossico ed ecologico, e non altera  l’aspetto naturale del terreno, andando a migliorare le caratteristiche meccaniche, aumentando la resistenza all’usura e alla deformazione dei terreni naturali. Con tale tecnologia, si migliorano le qualità geo-meccaniche del terreno(coesione, angolo d’attrito interno, portanza, resistenza all’acqua e al gelo…)rendendo stabili questi incrementi al variare del tempo, delle condizioni ambientali e dell’umidità. Il prodotto che verrà utilizzato, è perfettamente...
Realizzazione della nuova scuola d’infanzia  a completamento della Cittadella Scolastica – Arezzo

Realizzazione della nuova scuola d’infanzia a completamento della Cittadella Scolastica – Arezzo

  Realizzazione della nuova scuola d’infanzia a completamento della Cittadella Scolastica       Descrizione Progetto L’intervento progettato, riguarda sia  la progettazione della nuova scuola materna a completamento della cittadella scolastica , per la quale  è stata  definita una struttura in legno, in conformità a quanto previsto dal disciplinare , sia la sistemazione dell’area esterna, il tutto concepito ed integrato all’interno di un progetto più ampio di riqualificazione dell’intera area  per la realizzazione di un parco fluviale lungo l’Arno in vista della futura  realizzazione  di un’area verde esterna alle scuole elementari e l’imminente realizzazione della pista ciclopedonale lungo l’Arno. In conformità a quanto previsto dal disciplinare di gara,oltre che  alle LINEE GUIDA MIUR 2013 (Norme tecniche-quadro, contenenti gli indici minimi e massimi di funzionalita’ urbanistica, edilizia, anche con riferimento alle tecnologie in materia di efficienza e risparmio energetico e produzione da fonti energetiche rinnovabili, e didattica indispensabili a garantire indirizzi progettuali di riferimento adeguati e omogenei sul territorio nazionale)al fine di garantire i massimi livelli di qualità e benessere, sono stati progettati  ambienti didattici innovativi, a partire dalle esigenze pedagogiche e didattiche, attraverso una progettazione eco-orientata e sostenibile in termini globali, ovvero sia dal punto di vista ambientale, energetico, sociale ed economico; tenendo presente la rapidità di costruzione delle tecnologie individuate, riciclabilità dei componenti e dei materiali di base, alte prestazioni energetiche, utilizzo di fonti rinnovabili, facilità di manutenzione;  relazione della soluzione progettuale con l’ambiente naturale, con il paesaggio e con il contesto di riferimento. In particolare, gli spazi verdi e l’ambiente naturale sono stati progettati in continuità o comunque facilmente accessibili agli spazi della didattica quotidiana formando in...
Realizzazione edificio Polivalente per servizi alla persona e centro culturale

Realizzazione edificio Polivalente per servizi alla persona e centro culturale

Realizzazione edificio Polivalente per servizi alla persona e centro culturale Descrizione progetto Il progetto per la realizzazione del centro sociale polivalente prevede la costruzione di un fabbricato con una superficie totale di 470 mq per il piano terra, e di 538 mq per il primo piano. La prima scelta progettuale  rilevante è stata quella di realizzare una struttura aperta il più possibile verso esterno, una struttura dotata di ampie bucature, in moda da mettere in contatto l’interno con l’ambiente esterno. In un contesto nel quale sembra che il rapporto con la natura e l’aria aperta sia più limitato, si è deciso di  consegnare agli utenti della zona Colle Timio,  uno spazio “evocativo” di quell’ambiente naturale.  I principi che hanno guidato alla definizione del progetto sono: la leggibilità dell’intervento  attraverso l’utilizzo del colore, la chiarezza di impianto, attraverso la realizzazione di un centro con funzioni polivalenti e indipendenti tra loro; la caratterizzazione degli spazi, attraverso l’utilizzo di forme e materiali precisi, in moda da renderli accoglienti,  e rassicuranti agli occhi degli utenti ; le caratteristiche di qualità degli spazi interni, disegnando degli ambienti indipendenti tra loro ma collocati nello stesso edificio.Un elemento che è diventato costante per tutta la progettazione è stato il colore: l’applicazione corretta del colore all’esterno dell’edificio e in modo particolare in tutti gli  ambienti  favorisce il benessere psicofisico, e le motivazioni dei fruitori, siano essi bambini, genitori, anziani, disabili ed aumenta la qualità ambientale e favorisce la capacità di concentrazione. Un ambiente culturale – formativo – sociale  come quello che dovrà essere dell’edificio polivalente, ha bisogno di un grado di comfort che passa attraverso la percezione...
Costruzione del Ponte ciclo – pedonale S. Maria degli Angeli sul fiume Sabato – Benevento

Costruzione del Ponte ciclo – pedonale S. Maria degli Angeli sul fiume Sabato – Benevento

Costruzione del Ponte ciclo – pedonale S. Maria degli Angeli sul fiume Sabato Descrizione progetto Scelta fondante è stata quella di non avere elementi d’appoggio nell’alveo del fiume per non modificare le caratteristiche idrauliche dello stesso; l’impalcato di calpestio è, quindi, un unico elemento di scavalco del corso d’acqua, andando a collegarsi alle estremità sulle spalle integrate architettonicamente con i fili esterni degli esistenti argini. Per avere un’altezza ridotta del piano di calpestio, in modo anche da permettere una buona percezione visiva panoramica della zona dopo la costruzione, si è deciso di sostenere il piano viario con una struttura aerea di sostegno secondo la tipologia dei ponti strallati. L’impalcato è sostenuto da un numero limitato di funi aeree rinviate a due antenne  e da queste ancorate al suolo; ogni antenna, formata da due “gambe” disposte a V rovescio, di altezza di ca. 23,00 metri, sarà posizionata in corrispondenza e a filo con gli argini afferenti il corso d’acqua.  L’uso dei materiali riveste un aspetto primario nel perseguire un prefissato traguardo. Saranno usati: acciaio per tutta la struttura portante della passerella (travi dell’impalcato, funi, pilone, parapetti) che oltre i trattamenti necessari per la sua durabilità potrà essere colorato (travi dell’impalcato, pilone o doppio arco, parapetti) mentre le funi, sempre per garantirne la durabilità, saranno rivestite con apposite guaine; calcestruzzo armato per la struttura portante delle spalle della passerella (pali di fondazione, platea per il collegamento dei pali, pareti, solaio), con caratteristiche di “facciavista” eventualmente colorabile per le parti fuori terra; decking per la pavimentazione della passerella, costituito da tavoloni montati quasi accostati l’uno all’altro per far filtrare un po’ di...
Centro per le Arti e per la Cultura

Centro per le Arti e per la Cultura

Centro per le Arti e per la Cultura Descrizione progetto Gli interventi da realizzare sono stati individuati dall’Amministrazione Comunale in un progetto preliminare e riguardano la realizzazione del nuovo centro per le arti , per la cultura e lo sport a servizio della Comunità di Cassano Caudino, nell’area precedentemente occupata dall’edificio dismesso della ex scuola materna, e dell’intero territorio comunale per lo sviluppo del turismo a livello locale e intercomunale.  Tale area si trova in posizione centrale rispetto a tutto il territorio Comunale e risulta di facile accesso dalla viabilità esistente. Sotto l’aspetto urbanistico la zona oggetto dell’intervento ha destinazione pubblica ed è servita in modo ottimale dalle reti esterne dei servizi richiesti per soddisfare le esigenze connesse all’esercizio del complesso polifunzionale (fogna, rete idrica, rete elettrica e telefonica). Pertanto la localizzazione appare in perfetta sintonia sia con lo sviluppo urbanistico del centro abitato sia con le esigenze di gestione e fruibilità del nuovo complesso. Gli interventi previsti sono finalizzati a favorire un miglioramento della qualità del turismo attraverso il potenziamento degli spazi per le attività  sociali, e culturali. L’intento è quello di realizzare una struttura adeguata ai bisogni dell’utenza dell’intera Valle Caudina, raggiungere cioè un giusto equilibrio tra il livello qualitativo richiesto e le esigenze dell’utente, affinché i luoghi di intervento possano divenire un vero e proprio spazio pubblico completamente integrato al tessuto cittadino. L’ intervento prevede la realizzazione del centro per le arti che si sviluppa in un edificio a due piani. A livello volumetrico si distingue la zona del centro per le arti e per lo spettacolo e degli annessi servizi, che è caratterizzata da una...