PARCO A MARE CONDOFURI MARINA – Comune di Condofuri (RC)

PARCO A MARE CONDOFURI MARINA – Comune di Condofuri (RC)

  PARCO A MARE CONDOFURI MARINA – Comune di Condofuri (RC)   Il progetto: obiettivi e strategie, minimizzazione dell’impatto ambientale Percorsi  e sentieri E’ prevista la pedonalizzazione di tutta la fascia litoranea interessata, attraverso la creazione di percorsi pedonali e ciclabili. L’accesso carrabile, sarà consentito esclusivamente ai residenti. Ciò consentirà una riduzione della la pressione del sistema insediativo sull’ambiente naturale, con conseguente miglioramento della salubrità dell’ambiente urbano.  Tale limitazione, incentiverà  l’utilizzo di mezzi meno inquinanti  come  la bicicletta , con una conseguente diminuzione l’inquinamento atmosferico. La volontà di realizzare un percorso a ridotta o nulla carrabilità è stata attuata mediante la realizzazione di una pista in terra battuta stabilizzata cromaticamente, altimetricamente e morfologicamente identica all’attuale strada in terra battuta in direzione est-ovest, tra il campo sportivo e la contrada Straci. L’additivo impiegato per la stabilizzazione e il cantiere dei lavori non danneggeranno in alcun modo le piante e gli animali dell’ecosistema. L’attuale sede stradale non è stata in alcun modo modificata. Il percorso sarà realizzato con agenti stabilizzanti in polvere di nuova generazione per la stabilizzazione dei terreni e la realizzazione di percorsi e strade a pavimentazione ecologica. Tale tecnologia, non richiede l’impiego di cemento o altro legante idraulico in abbinamento. Il sistema è completamente atossico ed ecologico, e non altera  l’aspetto naturale del terreno, andando a migliorare le caratteristiche meccaniche, aumentando la resistenza all’usura e alla deformazione dei terreni naturali. Con tale tecnologia, si migliorano le qualità geo-meccaniche del terreno(coesione, angolo d’attrito interno, portanza, resistenza all’acqua e al gelo…)rendendo stabili questi incrementi al variare del tempo, delle condizioni ambientali e dell’umidità. Il prodotto che verrà utilizzato, è perfettamente...
Recupero e riqualificazione di Piazza V. Emanuele

Recupero e riqualificazione di Piazza V. Emanuele

Recupero e riqualificazione di Piazza V. Emanuele Descrizione progetto L’intervento di progetto realizzato per il Comune di Vallo della Lucania,  prevede la sistemazione della Piazza Vittorio Emanuele, luogo simbolico e significativo non soltanto per Vallo, ma anche tutto per il territorio circostante e per il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni. La Piazza è il luogo deputato all’incontro ed alla aggregazione  della cittadinanza, la qualità della stessa si riflette nella qualità dei rapporti che in essa si stabiliscono. La Piazza è la grande invenzione urbanistica e politica degli italiani: nel settecento  gli architetti italiani venivano chiamati in tutta Europa, da Salisburgo a San Pietroburgo per disegnarle. La  Piazza  deve  perciò  configurarsi  come  luogo       “calmo”,  spazio  di  sosta  e  di  rapporti  interpersonali   e “altro” rispetto al caos, ai rumori, alla concitazione del contesto urbano in cui si inserisce. L’idea progetto è stata pertanto, quella di accompagnare la valorizzazione   urbana organizzando  gli  itinerari  pedonali  e  carrabili,  garantendone la  continuità  e  la  percezione. Nondimeno, il rapporto tra distanze spaziali e relazionali quale strumento di regolazione del movimento delle attività antropiche rispetto al contesto. Altri aspetti di cui si è tenuto conto sono la qualità dei materiali e dei componenti di arredo proposto, ed ancora la funzionalità e la fruibilità  in  sicurezza  di  tutti  gli  spazi  esaminati. Il progetto prevede la valorizzazione di tre importanti invasi spaziali, si tratta di tre aree  componenti tutte un’unica grande piazza.  Tali aree però, hanno caratteristiche differenti e conservano valori diversi. Sono di forma ed  ampiezza  diverse  ma  tutte  urbanisticamente  importanti  anche  per  la  loro  ubicazione  lungo l’arteria principale del comune di...
Costruzione del Ponte ciclo – pedonale S. Maria degli Angeli sul fiume Sabato – Benevento

Costruzione del Ponte ciclo – pedonale S. Maria degli Angeli sul fiume Sabato – Benevento

Costruzione del Ponte ciclo – pedonale S. Maria degli Angeli sul fiume Sabato Descrizione progetto Scelta fondante è stata quella di non avere elementi d’appoggio nell’alveo del fiume per non modificare le caratteristiche idrauliche dello stesso; l’impalcato di calpestio è, quindi, un unico elemento di scavalco del corso d’acqua, andando a collegarsi alle estremità sulle spalle integrate architettonicamente con i fili esterni degli esistenti argini. Per avere un’altezza ridotta del piano di calpestio, in modo anche da permettere una buona percezione visiva panoramica della zona dopo la costruzione, si è deciso di sostenere il piano viario con una struttura aerea di sostegno secondo la tipologia dei ponti strallati. L’impalcato è sostenuto da un numero limitato di funi aeree rinviate a due antenne  e da queste ancorate al suolo; ogni antenna, formata da due “gambe” disposte a V rovescio, di altezza di ca. 23,00 metri, sarà posizionata in corrispondenza e a filo con gli argini afferenti il corso d’acqua.  L’uso dei materiali riveste un aspetto primario nel perseguire un prefissato traguardo. Saranno usati: acciaio per tutta la struttura portante della passerella (travi dell’impalcato, funi, pilone, parapetti) che oltre i trattamenti necessari per la sua durabilità potrà essere colorato (travi dell’impalcato, pilone o doppio arco, parapetti) mentre le funi, sempre per garantirne la durabilità, saranno rivestite con apposite guaine; calcestruzzo armato per la struttura portante delle spalle della passerella (pali di fondazione, platea per il collegamento dei pali, pareti, solaio), con caratteristiche di “facciavista” eventualmente colorabile per le parti fuori terra; decking per la pavimentazione della passerella, costituito da tavoloni montati quasi accostati l’uno all’altro per far filtrare un po’ di...
Riqualificazione Urbana Corso Vittorio Emanuele Comune di  Acerra

Riqualificazione Urbana Corso Vittorio Emanuele Comune di Acerra

Riqualificazione Urbana di Corso Vittorio Emanuele II e Via Annunziata  Descrizione progetto Il presente progetto  riguarda la riqualificazione dei tratti stradali situati nella zona della città denominata “fuori porta” per una lunghezza complessiva di 1.137,00 ml e in particolare: il tratto stradale a doppia senso di marcia, che intercorre dall’incrocio con via Sant’Anna fino al passaggio a livello Km. 33, denominato Corso Vittorio Emanuele II, avente una lunghezza di circa ml. 951,00 ed una larghezza variabile tra gli 15,05 e i  16.05 metri, il secondo tratto stradale a senso unico di marcia, in prosieguo al Corso Vittorio Emanuele, fino all’incrocio con Via Sammarco, denominato via Annunziata di lunghezza ml. 186 ed una larghezza variabile tra 7,00 ml e 11,80 ml.Il progetto è stato ipotizzato nell’ottica della maggiore sicurezza della circolazione, della qualità urbana  esistente e della riqualificazione dal punto di vista qualitativo del tratto stradale oggetto dei lavori.I due percorsi stradali oggetto del presente studio progettuale si caratterizzano per il cattivo stato manutentivo in cui versano, dovuto ad una frenetica e veloce urbanizzazione della zona a cui non corrisponde un’adeguata modernizzazione della viabilità esistente.   Per realizzare le suddette opere di riqualificazione le principali lavorazioni che saranno oggetto di progettazione sono brevemente: CORSO VITTORIO EMANUELE II (lunghezza ml 951,00): Nella sede del tratto di strada che si estende dall’incrocio di Via Olmitelli, a quello di via S. C. Da Siena, largo circa ml 16,00, sono stati previsti i seguenti interventi di realizzazione: carreggiata composta corsie da ml 3,10; banchina (zanella concava) da ml 0,40 in pietra lavica;area di sosta parallela di ml 2,00 che si estende per tutta la lunghezza...
Recupero e riqualificazione di via Camerelle -Capri-

Recupero e riqualificazione di via Camerelle -Capri-

Recupero e riqualificazione di via Camerelle -Capri- Descrizione Progetto Dallo studio dell’analisi dello stato esistente della strada in oggetto sono scaturite le scelte progettuali tecniche per la risoluzione delle problematiche attuali, definendo un intervento basato essenzialmente sull’esigenza di migliorare il confort della percorribilità pedonale e l’uso del suddetto tratto stradale permettendo un maggior controllo della viabilità nell’area di intervento attraverso la riqualificazione degli elementi strutturali stradali esistenti.Si è cercato di indirizzare l’intervento di recupero della sede stradale verso una visione più naturalistica del territorio e verso l’applicazione di nuove tecniche che garantiscono un miglior inserimento nel paesaggio, progettando interventi che tengano in considerazione non solo i parametri tecnici ed economici ma anche quelli ambientali.L’obiettivo del presente intervento è quello di recuperare e riqualificare le strade ai vecchi valori ambientali attraverso la definizione di standard qualitativi nell’iter metodologico della redazione del progetto. Le scelte progettuali si sono spostate principalmente sull’emergenza di rivitalizzare la pavimentazione e l’impianto di pubblica illuminazione della strada attraverso la ristrutturazione e l’adeguamento della stessa struttura stradale.Di fatto la proposta progettuale è stata ricostitutiva: si ritiene che la sola soluzione percorribile per la riqualificazione delle sedi stradali sia quella di integrare con attenta misura le parti mancanti con interventi finalizzati ad una nuova organizzazione e trasformazione della situazione esistente. La progettazione si caratterizza per i seguenti aspetti : – valorizzazione  dell’ambiente  costruito attraverso il miglioramento della qualità dello spazio ; – potenziamento infrastrutturale volto alla valorizzazione e allo sviluppo socio-economico; – innalzamento del generale livello di servizio e di confort dell’intera maglia stradale comunale; Per la città di Capri si sono sviluppate delle metodologie di intervento che...