Scuola primaria di secondo grado “Manara Valgimigli”

 

Descrizione progetto

Il progetto proposto si pone l’obiettivo di restituire alla comunità di San Piero in Bagno uno spazio pubblico in armonia con il contesto, che anzi intessa con esso nuove e più forti relazioni. Pertanto esso prevede la demolizione dell’ex ufficio postale e della ex scuola media e la costruzione, all’ interno della stessa area di sedime, di due nuovi fabbricati che entrino a far parte del circuito di “scuola diffusa” previsto dall’ amministrazione comunale. In quest’ottica il nuovo complesso scolastico è progettato realizzando spazi con-soni alle attuali esigenze didattiche e ai più moderni standard pedagogici, nel rispetto dei principi della sostenibilità ambientale e perseguendo il miglior rapporto fra costi di nuova costruzione, manutenzione e gestione. Allo stesso modo le soluzioni costruttive e impiantistiche adottate risultano in linea con le attuali disposizioni legislative in materia antisismica, energetica, acustica e ambientale.

Il posizionamento dei due blocchi di nuova costruzione all’ interno del lotto determina la creazione di spazi pubblici aperti costituiti da aree verdi attrezzate, le quali da una parte rafforzano il legame dell’edificio con Piazza martiri 25 luglio 1944 – attraverso un collegamento diretto in continuità con l’attuale disegno pavimentale della piazza – e dall’altra definiscono un grande spazio coperto che traguarda la piazza stessa e si affaccia su via Nazario Sauro. Collocato nell’invaso determinato dai due edifici, tale spazio aperto costituisce l’atrio della scuola, coperto da una pensilina sospesa realizzata con una superficie che riflette l’ambiente sottostante.

La creazione di detti spazi pubblici aperti risulta in un potenziamento dell’accessibilità pedonale all’ edificio e della sua permeabilità fisica e percettiva verso il contesto urbano, consentendo al contempo una chiara lettura del sistema scuola diffusa. L’idea è dunque quella di adattarsi all’ attuale conformazione del costruito storico rinforzando l’asse principale (est/ovest) che connette in maniera diretta la scuola primaria, la scuola secondaria, una nuova area verde a ridosso del fiume Savio – attrezzata con spazi per lezioni all’ aperto – e il palazzetto dello sport.

Gli spazi interni alla scuola sono pensati e organizzati prendendo in considerazione ogni aspetto sensoriale dei suoi giovani fruitori: infatti, com’è noto, forme, luci, colori e suoni incidono non soltanto sull’ educazione dei ragazzi, da un punto di vista prettamente pedagogico, ma anche sulla loro crescita individuale. Grazie allo stretto rapporto che intessono con l’esterno, tutti gli ambienti diventano veri e propri strumenti di narrazione e di apprendimento, mentre gli spazi morbidi e i colori caldi del legno ricordano un rifugio si-curo. Il percorso sensoriale così definito avvolge la struttura in un dolce abbraccio, definendo spazi protetti per le attività dei ragazzi, degli educatori e dei genitori. In questo modo viene confermato l’intento del pro-getto, che è quello di suscitare emozioni attraverso la permeabilità degli ambienti scolastici, la trasparenza del loro involucro, l’organizzazione degli spazi e la scelta dei materiali.

 

Dettagli

 

  • Committente Comune di Bagno di Romagna
  • Anno 2019
  • Team Di Girolamo Engineering